Cose da vedere

10 serie tv da vedere a febbraio

Fino a non molto tempo fa, si pensava che l’ascesa dei servizi streaming avrebbe rafforzato l’egemonia culturale e produttiva americana, e danneggiato le aziende televisive locali. Le cose sono andate invece nella direzione opposta. Il bisogno continuo di nuovi contenuti ha spinto le piattaforme a collaborare con le società di produzione locali, che a loro volta hanno creato una rete di aiuto reciproco per portare in tv progetti inediti e ambiziosi. I risultati iniziano a vedersi adesso e le uscite di febbraio formano un quadro piuttosto concreto della varietà di serie tv che vedremo nel 2021. Per intenderci, ci sono un thriller sulle leggende popolari brasiliane; una serie tedesca di fantascienza che ricorda molto Dark; il remake televisivo di un famoso film italiano; e anche la prima serie noir ucraina. Senza dimenticare l’arrivo di Star, la nuova sezione di Disney Plus che conta di investire parecchio nelle produzioni originali europee.

Le serie tv da tenere d’occhio a febbraio 2021

L’estate in cui imparammo a volare

3 febbraio – Netflix
10 episodi

Kate è timida e insicura, Tully è determinata e popolare, e benché siano una l’opposto dell’altra stringono amicizia su uno scuolabus e si promettono di restare amiche per sempre. Siamo negli anni Settanta e da qui inizia la storia, lunga tre decenni, del loro rapporto volubile fatto di ammirazione, gelosia, supporto e tradimenti reciproci. Il vero ostacolo però le aspetta nel presente, ed è un segreto che potrebbe separarle per sempre. La trama è tratta dal romanzo della scrittrice americana Kristin Hannah ed è stata adattata per la tv da Maggie Friedman (già sceneggiatrice di Dawson’s Creek e Eastwick). La coppia protagonista è formata invece da due attrici piuttosto conosciute ai seriofili: Sarah Chalke di Scrubs e Katherine Heigl di Grey’s Anatomy.

Città invisibile

5 febbraio – Netflix
7 episodi

Questo è il primo progetto con attori in carne e ossa creato da Carlos Saldanha. Finora il regista brasiliano si era occupato perlopiù di film di animazione, come L’era glaciale, Ferdinando e sopratutto Rio. Da quest’ultimo la serie riprende alcuni temi molto importanti per Saldanha: dalla tutela dell’ambiente a quella della cultura popolare brasiliana. Il tutto, declinato in una trama che mescola il genere thriller al fantasy. Il protagonista è un detective di Rio de Janeiro che, mentre indaga su un caso di omicidio, entra in contatto con alcune creature mitologiche invisibili all’occhio umano e forse connesse al suo passato. Scoprendo che il mondo raccontato dalle antiche leggende popolari non è forse del tutto inventato.

Hide and Seek

7 febbraio – Rai 4 e RaiPlay
8 episodi

Negli ultimi tempi ZDF, ossia il corrispettivo tedesco della Rai, sta lavorando parecchio per alzare gli standard delle serie tv europee, stringendo collaborazioni con i gruppi televisivi di altri paesi del continente. Questo ha permesso all’Ucraina di produrre la sua prima serie crime, che ricrea molto bene l’atmosfera tipica dei noir nordici. Il caso da seguire è quello di una serie di sparizioni di bambini, sul quale una coppia di detective deve indagare smuovendo anche i propri fantasmi. La protagonista, Yulia Abdel Fattakh, è stata definita “la Tilda Swinton ucraina”, eppure senza l’intervento di ZDF non sarebbe mai stata presa in considerazione per il ruolo. Il suo aspetto era considerato troppo poco convenzionale per i canoni estetici della tv ucraina.

Raised by Wolves

8 febbraio – Sky Atlantic HD e Now TV
10 episodi

Chi ha una passione per le serie tv molto mistiche e intricate dovrebbe apprezzare questa nuova produzione di Ridley Scott, che ne ha diretto anche i primi due episodi. La storia si svolge in un futuro post apocalittico, dove una guerra religiosa ha portato alla distruzione della Terra. Su un pianeta lontano due androidi hanno il compito di crescere dei bambini umani, per evitare che sviluppino le stesse tendenze autodistruttive tipiche dei loro simili. Ma ben presto scoprono che sullo stesso pianeta vive anche una colonia di uomini sopravvissuti, che non ha affatto intenzione di abbandonare le proprie divergenze religiose. Negli Stati Uniti i pareri sulla serie non sono stati eccessivamente entusiasti ma neanche negativi. Qualcuno l’ha definita troppo fredda, qualcun altro ha espresso la sensazione che inizierà a scaldarsi nella seconda stagione.

Behind Her Eyes

17 febbraio – Netflix
6 episodi

Gli amici del thriller psicologico, soprattutto se britannico, si segnino sui propri taccuini la data di uscita di questa miniserie. Siamo in zona triangolo amoroso con risvolti piuttosto inquietanti. I convolti sono una madre single, il suo capo (che si dà il caso sia anche uno psichiatra), e la moglie di quest’ultimo. La storia si basa sul romanzo Dietro i suoi occhi, pubblicato nel 2017 dalla scrittrice inglese Sarah Pinborough. Il progetto è curato invece dagli stessi produttori di The Crown e rientra nell’investimento abbastanza consistente che Netflix sta portando avanti da qualche tempo sulle serie tv britanniche. Di recente l’azienda ha raddoppiato il budget per le produzioni britanniche, portandolo a 1 miliardo di dollari. Il suo scopo è creare contenuti che soddisfino i gusti del pubblico locale, ma al tempo stesso siano esportabili in tutto il mondo.

Tribes of Europa

19 febbraio – Netflix
6 episodi

È una serie di fantascienza e distopica tedesca che ricorda parecchio Dark e per questo ha già alimentato molte aspettative. La trama si svolge nel 2074, in tempi successivi a una catstrofe non precisata che ha cambiato completamente la geografia politica dell’Europa. Il continente è ora diviso in tanti micro-stati, tutti in lotta reciproca per ottenere il dominio sugli altri. In realtà, però, le sorti del territorio europeo sono nelle mani di tre fratelli che entrano in possesso di un cubo magico; e che pur venendo da una tribù pacifica saranno coinvolti nel conflitto, ognuno seguendo una strada separata. Si tratta di una delle cinque produzioni tedesche piuttosto ambiziose che Netflix annunciò nel 2019 dopo il successo ottenuto da Dark.

Hausen

20 febbraio– Sky Atlantic HD e Now TV
8 episodi

Negli ultimi tempi l’horror è tornato a essere molto presente nel mondo delle serie tv. Questa miniserie tedesca di Sky ha preso l’archetipo della casa infestata e l’ha rielaborato. I suoi episodi si sviluppano in uno squallido complesso residenziale dove un ragazzino si è appena trasferito con il padre, da poco assunto come custode. Il ragazzo si accorge ben presto che l’edificio è stregato e si nutre delle sofferenze di chi lo abita. Per neutralizzarlo dovrà rompere l’indifferenza degli altri inquilini e convincerli ad aiutarlo, benché ciò significhi combattere anche contro suo padre, che è già caduto vittima della maledizione.

Godfather of Harlem

23 febbraio – Disney Plus
10 episodi

Il 23 febbraio 2021 su Disney Plus arriverà Star, la nuova sezione di film e serie tv un po’ più adulti. Tra i 450 titoli che si aggiungeranno al catalogo del servizio streaming, una manciata è del tutto inedita in Italia. Uno di questi è la serie ispirata alla vera storia del boss di Harlem Bumpy Johnson, che negli anni Sessanta tornò a casa dopo dieci anni di reclusione ad Alcatraz, trovando il quartiere newyorkese in subbuglio. Gli episodi seguono Johnson mentre cerca di recuperare il controllo della zona, provocando una faida con una famiglia malavitosa italiana, e anche il rapporto con la sua famiglia. La serie, che negli Stati Uniti dovrebbe tornare in primavera con la seconda stagione, è stata particolarmente apprezzata proprio per il suo modo di conciliare l’aspetto criminale con quello personale.

Your Honor

24 febbraio – Sky Atlantic HD e Now TV
10 episodi

Bryan Cranston (cioè il Walter White di Breaking Bad) è il protagonista di questa miniserie un po’ criminale e un po’ da tribunale creata da Peter Moffat. Cranston interpreta uno stimato giudice di New Orleans che finisce per fare cose non molto encomiabili per proteggere il figlio, che ha investito e ucciso il figlio di un potente boss mafioso. La scelta di manomettere le prove si ripercuote però in maniera tragica sulla vita di un ragazzo nero. Gli argomenti della serie sono tutti già visti, e questo ha reso inevitabili i confronti della critica americana con altre storie simili meglio riuscite. Ad ogni modo la presenza di Cranston – che è un attore eccellente, ormai lo sappiamo – è sempre un buon motivo per vedere i progetti a cui prende parte.

È tutta colpa di Freud

26 febbraio – Prime Video
8 episodi

Sì, il titolo è lo stesso del film che Paolo Genovese scrisse e diresse nel 2014. E sì, anche la storia è la stessa. Cioè quella di uno psicoterapeuta che finisce nel panico per via delle tre figlie che, ormai adulte, tornano ad affannarlo con le proprie volubilità sentimentali. Qui però l’interprete principale è Claudio Bisio (anziché Marco Giallini), mentre la regia è passata in mano a Rolando Ravello. Come già accaduto con la fiction Made in Italy, la serie è stata coprodotta da Amazon e Mediaset, perciò è molto probabile che tra qualche tempo la si vedrà anche su Canale 5.

Sfondo copertina: starline/Freepik

Leggi anche

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.