Il trailer di “Leonardo”, la serie tv della Rai su Leonardo da Vinci

Leonardo Aidan Turner Rai
Twitter/Rai

La società di produzione Lux Vide ha rilasciato il primo trailer di Leonardo, la serie tv su Leonardo da Vinci che andrà in onda su Rai 1 nel 2021. Fin dall’annuncio della sua produzione Leonardo ha attirato parecchia attenzione per le risorse artistiche e produttive coinvolte. Si tratta infatti del primo progetto creato dalla cosiddetta Alleanza tra i principali broadcaster pubblici europei, nata con l’intento di co-produrre nuovi contenuti televisivi.

Leonardo è quindi una co-produzione internazionale che coinvolge, oltre a Lux Vide, anche Rai Fiction e la società britannica Big Light Productions. Il progetto è creato in associazione con France Télévisions, ZDF e RTVE, cioè il servizio pubblico francese, quello tedesco e quello spagnolo. Sony Pictures Television si occuperà infine di distribuire la serie nel resto del mondo.

Leonardo è scritta da Frank Spotnitz (già creatore di I Medici), Steve Thompson (Sherlock) e Gabbie Asher (Riviera). La regia invece è stata affidata a Daniel Percival (The Man in the High Castle) e Alexis Sweet (Don Matteo).

Come spesso si dice per le biografie di personalità storiche complesse ed enigmatiche, l’idea di Leonardo è mostrare “il mistero dell’uomo oltre il genio”. Il modo in cui ha scelto di farlo segue però una struttura ben precisa. Ognuno dei suoi 8 episodi si focalizza su un’opera diversa dell’artista rinascimentale, utilizzandola come pretesto per approfondire le tante sfaccettature della sua vita artistica e personale.

In maniera simile a I Medici, anche Leonardo mescola personaggi storici e fittizi, mettendo insieme interpreti piuttosto noti e di diversa nazionalità. L’attore irlandese Aidan Turner (in Italia conosciuto soprattutto per Poldark) interpreta Leonardo da Vinci. Giancarlo Giannini è invece Andrea del Verrocchio, maestro di Leonardo, mentre Matilda De Angelis è Caterina da Cremona, amica e musa misteriosa dell’artista.

A fornire il filo conduttore della storia dovrebbe essere però un personaggio immaginario: Stefano Giraldi, interpretato da Freddie Highmore (The Good Doctor). Si tratta di un giovane investigatore del Podestà incaricato di indagare su un caso di omicidio di cui è sospettato proprio Leonardo. Cosa che lo porterà a scavare parecchio nel passato di quest’ultimo.

Quella di Leonardo è una produzione piuttosto complessa per gli stardard televisivi italiani. Girata in oltre 50 location situate principalmente nel Lazio e in Toscana, ha coinvolto circa 500 addetti e 3000 comparse, utilizzato 2500 costumi e richiesto 1900 ore di lavorazione. Nella primavera scorsa le riprese erano state interrotte a causa del lockdown dovuto alla pandemia di COVID-19. E nonostante Leonardo fosse stata tra le prime produzioni a riavviarsi, i protocolli di sicurezza avevano influito molto sui metodi produttivi. Luca Bernabei, amministratore delegato di Lux Vide, aveva parlato in un’intervista a Deadline della rinuncia a girare a Milano e di una riduzione delle comparse, poi compensata con la computer grafica.

Per il momento non si sa ancora di preciso quando Leonardo andrà in onda. Si sa però che l’Alleanza sta già lavorando ad altri progetti abbastanza importanti. Tra questi: un adattamento natalizio di Il giro del mondo in 80 giorni, con David Tennant; il thriller The Swarm, dal produttore del Trono di Spade; la serie di spionaggio Mirage; e il thriller Eternal City, che collega la Roma degli anni Sessanta all’omicidio del presidente Kennedy.

Leggi anche

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.