Su YouTube si potranno vedere serie tv gratis con la pubblicità

YouTube serie tv streaming

YouTube ha annunciato che, a breve, sul suo portale sarà possibile vedere serie tv gratis supportate da pubblicità. Questa novità sarà limitata inizialmente al territorio degli Stati Uniti, dove gli utenti potranno accedere da subito a intere stagioni di note serie tv – per un totale di 4 mila episodi – alle quali se ne aggiungeranno di nuove ogni settimana. Tuttavia è molto probabile che, in seguito, YouTube amplierà questa decisione anche al resto del mondo.

I titoli disponibili in partenza non sono per il momento nuovissimi. Per intenderci, ci sono il reality show Hell’s Kitchen e vecchie serie sceneggiate, come il drama di fantascienza Andromeda, la sitcom Are We There Yet? e la serie per adolescenti Hidden Palms. Gli utenti potranno vederli tramite browser oppure usando l’applicazione di YouTube presente sui dispositivi mobili e su gran parte delle smart TV.

A questo proposito, YouTube ha anche annunciato di aver migliorato l’esperienza di visione del portale, con un’interfaccia semplificata e una grafica più coinvolgente. In questo modo, per gli utenti sarà più facile navigare nel menù, trovare i contenuti più adatti ai propri gusti e scegliere se acquistarli, noleggiarli o vederli gratuitamente con interruzioni pubblicitarie. Inoltre molti titoli saranno disponibili in alta definizione nel formato 1080p e, per i dispositivi che lo supportano, con suono surround 5.1 (ossia lo standard più diffuso negli impianti home theatre).

Fin dalle sue origini, su YouTube è sempre stato possibile trovare copie – parziali o integrali – di programmi, film e serie tv pubblicati illegalmente dagli utenti. Alcuni anni fa, in America, il portale aveva iniziato a incanalare in maniera legale questa funzione, introducendo un catalogo di oltre 1,500 film gratuiti supportati da pubblicità, provenienti dai principali studios americani. Ad ogni modo, con l’ampliarsi della sua offerta alle serie tv, YouTube entrerà definitivamente in concorrenza diretta con altre piattaforme streaming gratuite. Tra queste, Pluto TV (che è da poco presente anche in Italia), The Roku Channel e IMDb TV.

Secondo Variety l’ingresso ufficiale di YouTube nel mercato dello streaming potrebbe portare enormi cambiamenti. Il portale video raggiunge oltre 2 miliardi di utenti attivi mensili (circa il 51% della popolazione globale che usa internet); e offrendo la possibilità di vedere film e serie tv gratuiti potrebbe attrarne di nuovi. Non solo: YouTube può contare sulla fitta e seguitissima rete di creatori di video che operano sulla sua piattaforma; e se decidesse di coinvolgerli nella produzione di contenuti originali, potrebbe costruire un catalogo dall’attrattiva più che notevole.

Da qualche tempo il ramo delle piattaforme AVoD (acronimo di “advertising-based video on demand”) è in forte crescita nel mercato dello streaming. Inoltre, alcune delle principali piattaforme in abbonamento stanno adottando un ventaglio sempre più ibrido di tariffe. Negli Stati Uniti servizi come Peacock e Discovery Plus offrono diversi piani di abbonamento, tra cui anche uno gratuito e supportato da pubblicità. E di recente Disney Plus ha detto che, accanto al piano di abbonamento standard, ne introdurrà uno più economico che permetterà di fruire i contenuti del suo catalogo con intermezzi pubblicitari.

Se finora l’ascesa dei streaming si era basata fortemente sull’offerta di contenuti privi di pubblicità, insomma, le cose stanno cambiando. Con l’infittirsi della concorrenza, la pubblicità potrebbe diventare per le piattaforme uno strumento fondamentale per limitare la perdita di utenti. La spesa mensile cumulativa per gli abbonamenti streaming si sta infatti facendo sempre più onerosa. E parecchie persone si sono già dette ben disposte ad accettare la presenza di intermezzi pubblicitari, pur di vedere film e serie tv di qualità a un prezzo ridotto.

Leggi anche

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.